“Un’esperienza meravigliosamente imperfetta”

Valerio Mastandrea racconta a Checkpoint la sua pagina da regista. Nella sua opera prima “Ride” esprime il dramma di chi non sa soffrire in una chiave che tocca le corde del dramma e dell’ironia. Un’intervista sulle sfide, sul rapporto con la vitae con le emozioni dell’attore romano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *