“Bertolaso ci ha usato per pararsi la schiena”

Sisma a L’Aquila, scienziati tutti assolti. A Checkpoint parla Enzo Boschi, presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia all’epoca del terremoto. Assolto in secondo grado dopo 6 anni di condanna nel primo, si sfoga: “Io non ho mai rassicurato nessuno sul terremoto. Il vero problema sono gli edifici non antisismici.” E sulla Protezione Civile attacca: “Hanno cercato di usarci per coprire le loro responsabilità.” Ma se non è possibile prevedere i terremoti, a che cosa è servita la riunione della Commissione Grandi Rischi?

 

3 risposte a ““Bertolaso ci ha usato per pararsi la schiena”

  1. Buonasera.
    Voglio precisare che sono completamente ignorante riguardo alla formazione e al sopraggiungere di un
    terremoto ma, credo che calcolare quando questo infausto regalo della natura si presenterà, la trovo una cosa, fantascientifica. Impossibile calcolare un tale avvenimento. Il fatto che, gli scienziati siano stati tutti assolti, non dovrebbe provocare in noi, sgomento e meraviglia. Era chiaro fin dall’inizio che gli stessi, avrebbero fatto da capo espiatorio e i veri colpevoli, non avrebbero pagato dazio. Non sono molto tenero con la giustizia Italiana e credo che sia la peggiore di tutta l’Europa ma, per una volta, mi sento di darle ragione. Il dramma che ha colpito la regione dell’Aquila è da considerarsi come un fenomeno che, avrebbe messo in ginocchio qualsiasi città d’Italia. Un terremoto è una cosa che, nessuno vorrebbe vedere e allo stesso tempo, pensare alla forza distruttiva di un tale evento, metterebbe paura a qualsiasi persona. Con questo, non voglio dire che non ci siano dei responsabili per tutto questo anzi, i veri responsabili, girano tranquillamente per i paesi colpiti dal sisma, ancora oggi. Chi sono ? semplice, sono quelli che hanno costruito le strutture di cartone e in compagnia di personaggi che, si davano da fare per autorizzare la costruzione, senza controllare come venissero fatti i lavori. Mi risulta che costruzioni antisismiche, siano crollate come castelli di sabbia. E questo la dice lunga su come siano stati fatti i lavori. La mia domanda e credo quella di tutti gli Italiani è semplice. Perchè questi personaggi, non sono stati portati in tribunale ? perchè siamo in Italia e i veri responsabili, non pagano mai. Quello che paga è sempre quello che ci lascia le penne. E paga con la propria vita. Non tocca certamente a me, indagare su quello che ha fatto Bertolaso e &, quello che è successo dopo è tutta un altra storia. La precedenza spetta a tutte quelle persone che, hanno perso la vita, non sapendo che le loro abitazioni, sarebbero state, le loro bare. Mi auguro che tutto questo,porti alla luce i veri responsabili di un tale e meschino comportamento e gli stessi, abbiano la voglia di riflettere, dietro alle sbarre, su quello che hanno fatto a un intera regione e soprattutto, sulle vite delle persone che avranno per sempre sulla coscenza.
    Cordialmente.

  2. Non capisco la colpa di Bertolaso,i veri colpevoli sono il sindaco e il suo appararato tecnico ,la provinci ae la regione con i loro appararati ” tecnici ” che non hanno controllato e che hanno dato i permessi di agibilità. Ai loro ingegnieri io toglierei la laurea e li mandrei a imparare il mestiere di muratore. Il capo della Protezione Civile non può rispondere delle colpe di chi dovrebbe cautelare la vita dei suoi cittadini.Hanno fatto bene i GIUDICI questa volta a ad assolvere gli scenziati che studiano i terremoti ma che non hanno la possibiltà di prevenirli,

  3. Non c’è dubbio, i terremoti non si possono prevedere, la colpa, per le vittime è solo di chi autorizza costruzioni senza regole, cioè politici e manager. Accusare la commissione grandi rischi composta da scienziati, di non aver saputo dare un’allarme preventivo, è solo una commedia come tutte le altre che si svolgono nei tribunali, si perchè oggi i tribunali sono diventati palcoscenici, dove sono pieni di burattini con la pancia colma che cercano di fare qualcosa per tenere ancora in mano il popolo Italiano, “giustamente per loro ” devono cercare un colpevole, e come accade in tutti i casi di illeciti, lo cercano fra gli innocenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *