3 risposte a ““Il canone Rai in bolletta? Non è possibile”

  1. Questo la dice lunga, ma molto lunga, sulla classe dirigente che abbiamo in Italia. Mancanza di coerenza, grande furbizia per infinocchiare la gente ignorante che abbiamo in Italia, nel caso del sig. Testa poi, rappresenta il classico voltagabbana opportunista, c’è da vergognarsi a sentirsi italiano.

  2. E non diciamo, come fanno i politici, dirigenti ed anche spesso voi giornalisti, che gli italiani sono intelligenti e, non si lasciano fregare! I fatti dimostrano l’incontrario ovvero e, senza offesa per carità, l’Italia è un Paese che racchiude un agglomerato di popoli veramente idioti, accumunati dallla Nazionale di calcio e dal lamento perpetuo, ma che non fanno nulla per cambiare, vedasi le ultime elezioni in Calabria ed in Emilia Romagna, è chiaro che “un popolo ignorante è più facile da governare” quindi, e questa classe politico/dirigenziale lo sa e ne approfitta. In conclusione ci stiamo meritando tutto ciò che abbiamo con l’unico rammarico per i nostri figli.

  3. Buonasera.
    Per prima cosa, dovremmo analizzare i programmi che la Rai propone all’utenza. Negli ultimi anni, la
    tv di Stato, ha perso i diritti televisivi della F1 e della MGP. Per gli amanti di questi sport, non è cosa da poco. Tutto questo a vantaggio delle tv commerciali e di Sky. I programmi di cultura e di intrattenimento, sono obsoleti e spesso e volentieri, portano l’utente a cambiare canale. Ci sarebbe bisogno di una vera e propria ristrutturazione generale. Ovviamente partendo dalla presidenza. Basta personaggi legati alla politica. Seconda cosa. Gli sprechi di soldi e gli stipendi a sei-sette zeri, devono essere rivisti. Se tutto il paese è in crisi, non vedo perchè la tv di Stato, debba sperperare soldi pubblici. Credo che, adeguarsi al reale momento che stà passando il paese, sia la cosa più sensata possibile. Non voglio mettere in discussione, se sia giusto pagare il canone o no. La mia riluttanza verso questa tassa è semplice. Pagare oltre cento euro, per avere un servizio mediocre, mi sembra esagerato. Arriveremo al punto che, la gente si rifiuterà categoricamente di pagarlo e alla fine la stessa Rai, ho cambierà atteggiamento e mentalità, o sarà costretta alla definitiva chiusura. Troverei più giusto che tutti gli Italiani pagassero il canone ma, il costo non dovrebbe superare le trenta euro l’anno. Forse in questo modo, tutti lo pagherebbero. Inserire la tassa, nella bolletta della luce è senza dubbio un comportamento mafioso. Nasconderla all’interno di un altra tassa è vergognoso. I parassiti che si nascondono all’interno della Rai, sono molti e tutto questo, contribuisce all’innalzamento del nostro debito. La mia domanda è semplice. Perchè la Rai, non prova a vivere solo con la pubblicità ? forse ha paura che gli ascolti, siano così bassi, da non coprire le spese ? provate a migliorare i programmi e non pagare milioni di euro, a chi presenta un Festival di Sanremo, visto solo nelle case di riposo. Con tutto il rispetto, per chi ci vive.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *